BENVENUTI IN UN NUOVO MOVIMENTO CICLISTICO.

CREATO PER UNA NUOVA GENERAZIONE DI CICLISTI IMPEGNATI PER L'AMBIENTE. CHE VOGLIONO VIAGGIARE PIÙ GENTILMENTE SULLA TERRA.

Uniti dall'amore per il ciclismo. E DAL NOSTRO IMPEGNO PER LA RESPONSABILITÀ AMBIENTALE E SOCIALE.

UNISCI AI "RWCYCLIST" E PEDALIAMO INSIEME VERSO UN FUTURO MIGLIORE.



Animated markings image
1 +
× 100 % FAIR RUBBER

2 +
× 98 % POLLUTANT-FREE

3 +
× 100 % RECOVERED CARBON BLACK

4 +
× GREEN GUARD PUNCTURE PROTECTION

× 100 % FAIR RUBBER

× 98 % POLLUTANT-FREE

× 100 % RECOVERED CARBON BLACK

× GREEN GUARD PUNCTURE PROTECTION


LA RESPONSABILITÀ NON È UNO SPRINT, MA UNA MARATHON.


NUOVA RESPONSABILITÀ - STESSA AFFIDABILITÀ

La nuova Green Marathon non ha nulla da invidiare al suo predecessore. Godetevi una performance di guida ottimizzata con il consueto chilometraggio elevato.


IL PIONIERE DELLA PROTEZIONE CONTRO LE FORATURE, DELLA RESA CHILOMETRICA E DEL RISPETTO DELL'AMBIENTE


Il pneumatico per bicicletta più ecologico:

  • Realizzato in gomma 100% equa 
  • 99% senza sostanze nocive 
  • È composto per il 80% da materiali riciclati e rinnovabili: tra cui il primo e unico pneumatico con nerofumo ricavato da pneumatici da bicicletta riciclati (rCB) 
  • Ottima protezione contro le forature grazie a GreenGuard - Disegno del battistrada moderno e sportivo 
  • Raccomandazione per biciclette e biciclette elettriche

AL PRODOTTO


FAQ GREEN MARATHON


Risparmio di CO2 / riciclaggio / ciclo

La produzione della nuova Marathon consente di risparmiare più di un terzo di CO2 rispetto al modello precedente, per la precisione circa il 34% di CO2. Per determinare il risparmio di CO2, è stata calcolata un'impronta di carbonio dettagliata del prodotto (PCF) per entrambi i modelli e analizzata secondo l'attuale standard IPCC AR6 (GWP 100, esclusa la CO2 biogenica).

L'abbreviazione rCB sta per recovered carbon black, ovvero nero di carbonio riciclato. Si ottiene da pneumatici usati. Nel processo di riciclaggio presso il nostro partner Pyrum Innovations, i pneumatici vengono trattati meccanicamente (triturati) e poi riciclati in un processo termochimico noto come pirolisi. Uno dei risultati è il coke da pirolisi, che viene ulteriormente trasformato in rCB. Per la prima volta abbiamo utilizzato l'rCB nella produzione di un nuovo pneumatico. Il processo di riciclaggio completo è spiegato qui: https://www.schwalbe.com/recycling-system/

L'rCB sostituisce il nerofumo 100% di origine fossile (vCB = virgin Carbon Black). Il nero di carbonio agisce come riempitivo e rinforzante nella mescola di gomma, influenzando anche le proprietà dinamiche del pneumatico (abrasione, resistenza al rotolamento, aderenza sul bagnato) ed è utilizzato per la colorazione.

La maggior parte del nerofumo vergine utilizzato in tutto il mondo è prodotto con il processo a forno. In questo processo, le materie prime fossili (petrolio greggio e gas naturale) vengono riscaldate a temperature ben superiori ai 1000 gradi Celsius e raffreddate bruscamente. Il prodotto di questo processo, ad alta intensità di energia e di emissioni, è il nero di carbonio vergine.

La percentuale di rCB utilizzata proviene al 100% dal riciclo degli pneumatici Schwalbe. L'esatta "ricetta" dei nostri pneumatici è un segreto commerciale 😊

L'rCB viene estratto dai pneumatici usati dal nostro partner Pyrum Innovations nel Saarland e da lì trasportato in Indonesia. L'impatto del trasporto ammonta a circa 0,1 kg di CO2 equivalente per chilogrammo di rCB e rappresenta quindi solo il 3% circa dell'impatto totale. Poiché l'estrazione di rCB produce complessivamente l'80% in meno di CO2 rispetto al nerofumo convenzionale, la valutazione del ciclo di vita è estremamente positiva.

Questo aspetto è complessivamente molto positivo. Attualmente stiamo calcolando una valutazione del ciclo di vita dell'intero processo di riciclaggio nell'ambito di un programma di dottorato. Non appena sarà ultimata, la pubblicheremo. Fondamentalmente, i nostri percorsi di trasporto sono già più sostenibili perché raccogliamo i nostri prodotti attraverso rivenditori specializzati e non attraverso i consumatori stessi. Complessivamente, tutti i percorsi di trasporto rappresentano solo una piccola percentuale del 3% rispetto ai processi chimici che possiamo evitare grazie al nostro riciclo. Ciononostante, lavoriamo costantemente per ridurre le emissioni ogni volta che è possibile.

Fin dalla fondazione del marchio Schwalbe nel 1973, produciamo i nostri pneumatici e le nostre camere d'aria in stretta collaborazione con l'azienda familiare sudcoreana Hung-A nel Sud-Est asiatico. Ciò significa che i nostri stabilimenti sono situati dove vengono acquistate quasi tutte le materie prime e i materiali, principalmente in Asia. La produzione in Germania aumenterebbe le nostre emissioni di trasporto di tre volte e mezzo (calcolate sulla base dei fattori di emissione della norma EN 16258 e del Global Logistics Emissions Council (GLEC) e facendo riferimento al database ecoinvent 3.6, al 2022). A ciò si aggiunge il trasporto verso i produttori, la maggior parte dei quali effettua l'assemblaggio in Asia. Per il clima, la delocalizzazione del sito di produzione non sarebbe vantaggiosa. Allo stesso tempo, la nostra partnership cinquantennale con Hung-A presenta altri vantaggi: non solo conosciamo molto bene le persone e i processi, ma abbiamo anche standard molto elevati in materia di lavoro, diritti umani, ambiente e qualità nei nostri siti produttivi. C'è uno stabilimento Schwalbe sia in Vietnam che in Indonesia. Inoltre, l'esperienza nell'industria della gomma in entrambi i Paesi è eccezionale.

Materie prime

Al momento, la percentuale del 70% di materie prime riciclate o rinnovabili è il massimo possibile. Il fatto che tale percentuale sia possibile è merito di anni di lavoro di ricerca e sviluppo. Attualmente stiamo incorporando la più ampia gamma possibile di materie prime riciclate e rinnovabili. Il nostro obiettivo è quello di aumentare ulteriormente questa percentuale, ma la gamma di materiali ecologici e/o riciclati attualmente disponibile non è ancora sufficiente. Ci auguriamo che la tecnologia e lo sviluppo continuino a progredire in modo tale da cambiare presto questa situazione.

La Green Marathon utilizza gomma naturale, gomma riciclata, nerofumo riciclato (rCB) proveniente dal sistema di riciclaggio Schwalbe, acciaio riciclato e silice proveniente dalla cenere della lolla di riso.

La percentuale di componenti riciclati è di circa il 30%, mentre un ulteriore 50% è costituito da materiali rinnovabili.

Questa è la noce più dura che abbiamo risolto per la prima volta per la maratona - soprattutto grazie a un ampio lavoro di ricerca e sviluppo e a molti anni di esperienza. In pratica, se ritirassimo solo i prodotti Schwalbe, la percentuale di materiale riciclato nei nostri prodotti sarebbe ancora più alta. Il fatto che ritiriamo tutti i marchi significa che abbiamo standard di qualità diversi. Poiché per noi l'alta qualità Schwalbe è assolutamente prioritaria, effettuiamo innumerevoli test per determinare la percentuale massima possibile, che garantisce l'assenza di perdita di qualità. Attualmente questa percentuale si aggira intorno al 20% per le nostre camere d'aria. Tuttavia, stiamo naturalmente perseguendo l'obiettivo di aumentare ulteriormente la percentuale di materiale riciclato.

La Fair Rubber e.V. può essere paragonata all'etichetta Fair Trade per il caffè - solo per la gomma naturale. Grazie alla nostra adesione a Fair Rubber e.V., paghiamo un premio aggiuntivo di 0,50 euro per ogni chilogrammo di gomma che acquistiamo da piccoli agricoltori e coltivatori certificati. Ciò corrisponde a circa un terzo dell'attuale prezzo di mercato mondiale. Questo sostegno finanziario va direttamente alle persone all'inizio della nostra catena di approvvigionamento e va a loro vantaggio. Sono loro stessi a decidere cosa fare con i premi: ad esempio, le loro condizioni di vita vengono migliorate ristrutturando le scuole locali per dare ai bambini l'accesso all'istruzione. La gomma naturale certificata Fair Rubber proveniente dall'Indonesia proviene dalle cosiddette piantagioni della giungla. A differenza delle monocolture, questo tipo di piantagione preserva l'elevata biodiversità della foresta pluviale. Ad oggi, siamo l'unico produttore di pneumatici che utilizza nei suoi prodotti la gomma naturale proveniente da commercio equo e solidale, aiutando direttamente le persone con un premio finanziario.

Purtroppo, le capacità di Fair Rubber in Indonesia non sono ancora al punto di poterlo fare. Tuttavia, abbiamo già aumentato enormemente la percentuale di gomma equa: solo così potremo equipaggiare più modelli e produrre anche la Maratona con questa gomma. Stiamo lavorando alacremente per aumentare ulteriormente la capacità produttiva, in modo da poter produrre sempre più prodotti con gomma equa. E per sostenere ancora più persone locali direttamente con il premio.

Abbiamo svolto un'intensa e lunga ricerca per assicurarci che, nonostante l'alta percentuale di materiali riciclati e rinnovabili, possiamo continuare a garantire la durata che la Marathon rappresenta. Inoltre, non siamo scesi a compromessi per quanto riguarda le caratteristiche di guida. Abbiamo ottenuto un grande risultato, perché i materiali riciclati sono spesso di qualità inferiore rispetto a quelli nuovi. Stiamo sviluppando continuamente tecnologie di riciclaggio insieme ai nostri partner per aumentare ulteriormente la percentuale di materiale riciclato in altri pneumatici in futuro, mantenendo la stessa elevata qualità del prodotto.

La Marathon rimane il pioniere in termini di durata. Non scende a compromessi in termini di prestazioni di corsa, aderenza e sicurezza. Il credo di Schwalbe è sempre la combinazione di qualità costantemente elevata, massima sicurezza per l'utente e massimo utilizzo possibile di risorse riciclate e rinnovabili.

Prodotto / Senza inquinanti

Certo: sì! La nuova Marathon è adatta sia ai ciclisti che agli e-biker. Abbiamo costantemente sviluppato le nostre mescole di gomma ADDIX Tour. Di conseguenza, il nuovo Marathon è uno pneumatico a prova di curva e molto aderente, che non scende a compromessi in termini di chilometraggio e scorrevolezza. Questo non era il caso delle prime generazioni di pneumatici per e-bike. La costruzione e la protezione dalle forature del Marathon hanno già dato prova di sé centinaia di migliaia di volte nell'uso sulle e-bike.

Un inquinante è una sostanza che può avere un effetto nocivo sull'uomo o sull'ambiente e sugli organismi che lo abitano. Poiché le sostanze inquinanti sono intrappolate nella gomma dei pneumatici, non rappresentano alcun pericolo. Dal 2013 riduciamo e sostituiamo, ove possibile, gli ingredienti nocivi con alternative innocue. Ciò avviene secondo il metodo Cradle to Cradle®.

Ottimizziamo i nostri prodotti non solo in termini di prestazioni tecniche, ma da molti anni lo facciamo anche per quanto riguarda gli aspetti ecologici, utilizzando il metodo Cradle to Cradle®. Tutti gli ingredienti sono valutati secondo il cosiddetto sistema ABCX. Le materie prime classificate A o B sono innocue e se ne raccomanda l'uso. Le materie prime classificate C sono leggermente dannose, ma il loro utilizzo nei pneumatici per biciclette non comporta alcun rischio. La ricerca di alternative è consigliata solo per i materiali classificati X ("materie prime X"), perché queste sostanze possono causare problemi in circostanze sfavorevoli.

"99% senza sostanze inquinanti" non significa che il restante 1% sia dannoso. Questo perché le materie prime X non comprendono solo le sostanze nocive in sé, ma anche materie prime non pericolose che contengono anche piccole quantità di sostanze nocive. Ad esempio, le bottiglie di plastica trasparente spesso utilizzate per il trasporto dell'acqua minerale sono realizzate in PET (= polietilene tereftalato). Il PET contiene solitamente lo 0,02% di ossido di antimonio, che deve essere aggiunto come catalizzatore durante la produzione della plastica. L'ossido di antimonio è cancerogeno. Tuttavia, in questo caso è saldamente racchiuso nella matrice plastica e non può fuoriuscire durante il normale utilizzo della bottiglia e mettere in pericolo il consumatore. Tuttavia, se la bottiglia viene bruciata, tutto l'ossido di antimonio può essere rilasciato. Sebbene l'incenerimento delle bottiglie non sia comune, questo pericolo viene comunque preso in considerazione in termini di prevenzione dei rischi e al PET viene attribuita una valutazione "X". Di conseguenza, anche se gli pneumatici Schwalbe contengono fino al 1% di materie prime X, la percentuale è ancora più bassa. La cosa più importante è che queste sostanze sono saldamente racchiuse nella gomma del pneumatico e quindi non possono causare alcun danno.

Purtroppo, al momento non esistono alternative per questi importanti ingredienti che possiamo utilizzare nella produzione. Eliminare il restante 2% è uno dei nostri obiettivi più importanti. Per questo motivo stiamo lavorando e facendo ricerca in modo intensivo, in collaborazione con esperti esterni e con i nostri partner nella produzione e nell'approvvigionamento.

Non appena vengono trovate sostanze alternative, le sostanze pericolose vengono sostituite. A quel punto il pneumatico sarà al 100% privo di sostanze inquinanti. Attualmente è in corso un'intensa attività di ricerca. consetetur sadipscing elitr, sed diam nonumy eirmod tempor invidunt ut labore et dolore magna aliquyam erat, sed diam voluptua

Non possiamo fare dichiarazioni sugli ingredienti e sulle formule dei nostri concorrenti. Quello che sappiamo: La nostra collaborazione con l'istituto di consulenza EPEA e il progetto C2C è unica nel nostro settore. Questo ci ha permesso di sostituire continuamente le sostanze nocive e di raggiungere il 98% di assenza di sostanze inquinanti.

Con il Marathon siamo riusciti a produrre il primo modello di serie che stabilisce una pietra miliare completamente nuova in termini di rispetto dell'ambiente. Negli ultimi anni siamo riusciti a sostituire gradualmente le materie prime nei nostri pneumatici e ad aumentare la percentuale di materiali privi di sostanze inquinanti fino al 98%. Le conoscenze acquisite con lo sviluppo di questo pneumatico troveranno sicuramente spazio in altri prodotti Schwalbe. Stiamo lavorando alacremente per ottenere quantità ancora maggiori di nuovi materiali ecologici. Poi, passo dopo passo, sempre più prodotti Schwalbe saranno realizzati con questi materiali. Allo stesso tempo, stiamo conducendo un'intensa attività di ricerca per modificare gradualmente le formulazioni dei nostri pneumatici.

  • FAQ-GreenMarathon-DE
    (657.66 KiB)
  • FAQ-GreenMarathon-EN
    (607.66 KiB)
  • FAQ-GreenMarathon-FR
    (821.75 KiB)
  • FAQ-GreenMarathon-IT
    (709.19 KiB)
Il link è stato copiato con successo
Usalo ovunque tu voglia.